SPAZI & PADRONI
Lascia un commento

Milano Showcooking Series: ‘The Place’

Eccoci arrivati alla fine della nostra speciale mini serie di articoli. Peccato vero? A questo punto, dopo aver scoperto l’ultimo luogo speciale di Milano dove ci ha portati il nostro Marco, non restare che correre a mangiare.

THE PLACE 1

#5 – THE PLACE, Viale Sarca 336

I 330 metri quadrati di The Place si schiudono alla mia vista una volta varcata la soglia. Distribuito su due livelli, è Giovanna a condurmi in questo lussuoso loft che un tempo ospitava lo showroom della Osram. L’ambiente è luminoso e non è stato modificato da nessuna ristrutturazione, dal soffitto pendono led colorati e gli elementi d’arredo richiamano uno stile minimale ma dal gusto ricercato.

THE PLACE 2

Nel cuore del Bicocca Village, The Place rientra nel più ampio concept di Ad Meliora, azienda di catering di proprietà di Giovanna, che ha rilevato questo spazio una volta saputo che la Osram l’aveva messo in vendita. L’isola della cucina è molto spaziosa ed è spesso la grande protagonista degli eventi che si tengono da The Place. Infatti ogni festa si tramuta inevitabilmente in una sorta di showcooking improvvisato, con gli invitati che si riuniscono intorno ai fornelli mentre lo chef prepara sul momento qualche pietanza. Il piatto forte è il risotto ai tre colori preparato con ingredienti di stagione.

THE PLACE 4

Lo spazioso terrazzo a cui si accede grazie ad ampie porte a vetro scorrevoli ha l’aspetto rilassato di un lounge bar, magari in riva al mare. Lo spazio viene affittato in esclusiva con tariffe personalizzate in base al numero di persone e i servizi richiesti. The Place è meta di team cooking per aziende, ma anche feste private – compleanni, battesimi, cresime – e studio per riprese di spot per grandi marchi. Uno spazio estremamente duttile grazie alla semplicità dell’ambiente e alla sua ampiezza, tra l’altro dotato di videoproiettori, due schermi al plasma e un impianto di filodiffusione.

THE PLACE 3

Ogni evento è sempre supervisionato da un membro dello staff affinché tutto si svolga al meglio. Lo stile in minimal design è ornato da un paio di chicche niente male: mi accorgo solo discendendo le scale che collegano i due livelli, poco prima di uscire, che giusto all’ingresso ci sono due riproduzioni di Alien e Predator, Giovanna mi informa che sono dell’artista thailandese Ban Huk Lek che costruisce statue di personaggi di film e cartoni animati usando scarti e rottami di biciclette. Mi avvicino per osservare con attenzione e non posso che apprezzarne il genio nel dettaglio.

E adesso, se ve li siete persi, scoprite i primi 4 episodi nella nostra sezione B. Unconventional!

[Photo credits The Place]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...