B. UNCONVENTIONAL
Lascia un commento

Siete pronti per il Digital Signage?

Times Square, NYC

Forse non ne avete mai sentito parlare, ma quasi sicuramente lo avete visto in azione.

Il digital signage è una delle tante forme di quella che chiamano “comunicazione di prossimità” all’interno di un negozio o in spazi pubblici sia all’aperto che all’interno degli edifici. In Italia viene anche chiamata “segnaletica digitale”: ovvero una serie di contenuti e messaggi che vengono mostrati al pubblico attraverso degli schermi elettronici. Soprattutto negli ultimi inoltre, molti di questi sono diventati interattivi per permettere di coinvolgere le persone e raccogliere dati sulle loro preferenze.

Indipendentemente dalle proporzioni di un’operazione di Digital Signage, gli elementi che lo compongono rimangono gli stessi: Business, Contenuti, Design, Software, Hardware, Connettività e Operazioni. Un’alchimia di fattori che alla fine possono portare un utente annoiato ad alzare lo sguardo, sorridere e magari effettuare un acquisto.

Non si tratta di pubblicità mandata in onda a rotazione sugli schermi digitali dei grandi magazzini, ma di uno strumento ad hoc per comunicare direttamente con i potenziali consumatori.  Il Digital Signage negli ultimi dieci anni è cresciuto esponenzialmente, così come gli usi specifici che se ne possono fare.

Coca Cola Vancouver Olympics Pavilion Recycling Interactive Game.

Coca Cola Vancouver Olympics Pavilion Recycling Interactive Game.

Informativo/educativo
Dalle notizie sui voli aerei al meteo, dagli annunci di lavoro ai tempi di attesa per l’ingresso in una mostra d’arte, qui si tratta di tenere aggiornato il pubblico in real time. Il digital permette in questo caso di dare un senso di accuratezza delle informazioni, e di attenzione verso le persone. Si possono anche trasmettere video di conferenze e/o eventi globali, o perfino una ricetta gastronomica.

Promozionale/interattivo
Sconti, offerte, contest sui social ed eventi dedicati, spot virali, giochi interattivi e quiz. Sugli schermi possono apparire infinite categorie di messaggi tutte orientate a stimolare la curiosità. Nel caso del Digital Signage interattivo lo scopo va anche oltre: fidelizzare. Regalare un’esperienza digitale divertente, una pausa per rilassarsi e farsi due risate. Coca Cola ad esempio ne ha fatto grande uso con i distributore automatici, rendendoli parlanti e quasi del tutto digitali, non solo per stimolare persone a comprare una lattina, ma soprattutto per reiterare la brand image dell’azienda.

Di retail design
Un percorso audio e video che guida il consumatore all’interno di un negozio. Geniale, no? Pavimenti digitali, schermi parlanti e interattivi, o anche solo di aiuto al prodotto per raccontarne la storia. I brand possono utilizzare il Digital Signage per rendere lo shopping un’esperienza sensoriale come mai prima d’ora.

pinpoints

Il mondo del retail in particolare, si ritrova ad avere la possibilità di incrementare le proprie vendite notevolmente utilizzando soluzioni di questo tipo. Perchè? Nonostante l’ascesa dell’e-commerce, la maggior parte delle decisioni d’acquisto viene ancora presa all’interno di un negozio, un luogo che deve però stare al passo coi tempi e soprattutto dei gusti dei consumatori.

E voi? Avete mai provato un digital signage interattivo? Cosa ne pensate? Raccontatecelo nei commenti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...