#WHATaSUCCESS
Lascia un commento

Leroy Merlin e il Temporary: Intervista a Samanta Zanchi

LM

Molte volte c’è bisogno di sperimentare, e di trovare nuove idee per proporsi in modo intelligente nei confronti del mercato che si sa, è in continuo cambiamento.
Siamo entrati in contatto con un team di ragazzi di Leroy Merlin, famoso marchio francese che da anni opera nella grande distribuzione, specializzato in bricolage e fai-da-te, che si sono rivolti a What a Space perché avevano un’idea, volevano provare qualcosa di nuovo per il brand.

Il team, costituito da Samanta Zanchi, Daniele Vegro, Fabrizio Mammoliti, e Davide Schincaglia ci ha presentato un’idea semplice ed innovativa: aprire un temporary shop, di dimensioni contenute, attraverso il quale comunicare la brand identity del marchio Leroy Merlin in modo diverso dal solito.
Abbiamo chiesto a Samanta di raccontarci questo percorso.

IMG_7172

Parlaci dell’idea di aprire un temporary shop Leroy Merlin in città: tutti conoscono le vostre sedi e si trovano solitamente all’esterno degli spazi urbani. Da dove è nata questa voglia di entrare nei centri delle città? Qual è il valore aggiunto che potrebbe apportare al brand?

La scelta di immaginare il primo temporary shop Leroy Merlin in Italia nasce nell’ambito di un percorso di formazione e sviluppo che ci ha visti impegnati come team di progetto lo scorso anno.
Storicamente Leroy Merlin è conosciuta come centro di GDS e per sua natura vive nell’ambito dei parchi commerciali attorno alle città, ma qualcosa nei nostri store e nelle abitudini dei clienti sta cambiando. La possibilità di aprire in centro città ci dà la possibilità di far conoscere il bricolage e Leroy Merlin sotto una nuova veste.

Che direzione dovrebbe avere un temporary shop di Leroy Merlin? Quali strade avete individuato?

Le strade immaginate sono diverse. Da un luogo in cui presentare i prodotti novità, o esporre e vendere linee ad hoc, ad un luogo dove ricevere consulenza e progettare soluzioni per la propria casa, ad un ambiente che ospiti la possibilità di conoscere e fare bricolage in diversi modi in un ambiente accogliente che stimoli la voglia di fare e favorisca la community.

ga

Per questo progetto volevate anche coinvolgere i Fab Lab. Come mai la scelta di questa realtà in particolare, e come si sposa con il marchio Leroy Merlin?

I Fab Lab sono luoghi in cui poter sperimentare e realizzare le proprie idee attraverso lo scambio con altri appassionati e l’utilizzo di macchinari. Anche nell’idea che abbiamo sviluppato del temporary shop, immaginiamo un luogo dove alcune dinamiche siano simili, sperimentando modi innovativi del fare.

Pensate che il temporary shop sia una possibile direzione futura per un marchio come il vostro?

I temporary store sono di sicuro una realtà interessante nel Retail e Leroy Merlin ne sta valutando la possibilità.

LM-logo-15032016

E’ bello quando un grande brand si apre a idee innovative. Aspettiamo presto un temporary shop di Leroy Merlin nei centri delle nostre città!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...